fbpx
torta mimosa alle fragole eccellenzagusto

Torta Mimosa alle Fragole fatta in casa

La torta mimosa alle fragole è una ricetta golosa, facile e veloce, ideale da portare in tavola per diverse occasioni speciali.

E’ una freschissima variante scenografica della classica torta che prende il nome dal fiore simbolo della festa delle Donne, e ha un aspetto ruvido all’esterno, ma dolce e cremoso all’interno.

Questa deliziosa e particolare torta si realizza con pochi e semplici ingredienti quali un morbido pan di Spagna farcito con crema chantilly e fragole, e poi decorato con altro pan di Spagna sbriciolato.

A rendere di un giallo intenso la torta è la curcuma, utilizzata come colorante naturale.

Particolare l’aggiunta delle fragole, le quali conferiscono al dolce un sapore ancora più fresco e legato alla bella stagione.

Fondamentale, per ricoprire la torta e creare l’effetto “mimosa”, l’utilizzo delle briciole di pan di spagna, ricavate dalla parte interna del dolce, che viene svuotata per permetterne appunto la farcitura.

Se quindi anche voi amate stupire i vostri ospiti o la vostra famiglia, questo è sicuramente il dolce giusto. Per di più, seguendo la nostra semplice ricetta lo preparerete nel migliore dei modi, per un risultato davvero superlativo.

Iniziamo!

Ingredienti per la Torta Mimosa alle Fragole

Per il pan di Spagna:

Per la bagna e il ripieno:

Per la crema:

Procedimento per la Torta Mimosa alle Fragole

Per il ripieno e la bagna della torta.

Tagliate a pezzetti le fragole e, dopo averle messe in una ciotola, conditele con il succo di limone e con due cucchiai di zucchero. Lasciate insaporire le fragole per almeno mezz’ora.

Per il pan di Spagna.

In una ciotola, rompete le uova ed aggiungete lo zucchero. Con uno sbattitore elettrico, lavorate questi ingredienti fino ad ottenere un composto spumoso.

Incorporate la curcuma alle uova e, sempre con lo sbattitore elettrico, lavorate il composto con la farina aggiunta poco alla volta. Alla fine incorporate anche il lievito.

Ottenuto così un impasto liscio ed omogeneo, dopo averlo trasferito in una teglia unta e infarinata, cuocetelo in forno preriscaldato a 170-180 gradi per circa 40 minuti.

Dopo la cottura del pan di Spagna, fatelo completamente raffreddare.

Per la crema.

In un pentolino scaldate il latte e aggiungete la buccia di un limone. A parte, lavorate le uova con lo zucchero e la farina fino ad ottenere un composto liscio e privo di grumi.

Aggiungete, dunque, a questo composto il latte caldo e cuocete il tutto sul fornello, mescolando fino a fare addensare bene la crema.

Cotta la crema, copritela con una pellicola trasparente e fatela raffreddare completamente. Una volta fredda mischiatela con la panna montata già zuccherata. La crema chantilly è così pronta!

Per la bagna della torta.

Dopo il riposo, filtrate le fragole dal succo che hanno prodotto ed aggiungete ad esso mezzo bicchiere d’acqua.

Assembliamo la torta.

Riprendete adesso il pan di Spagna e dividetelo con un coltello in 3 dischi. Dal disco centrale o da un altro pan di spagna, rimuovete i bordi scuri e dopo tagliatelo a cubetti piccoli ricavando la mimosa.

Inumidite il primo disco di pan di Spagna con la bagna, create uno strato di crema, distribuite le fragole in precedenza macerate e ricoprite il tutto con l’altro disco di pan di Spagna, mettendo la parte gialla rivolta verso l’alto.

Dopodiché inumidite con la bagna anche il disco superiore di pan di Spagna e ricoprite interamente la torta con la crema rimasta.

Livellate per bene la crema conferendole un aspetto a forma di cupola. Prendete i cubetti di pan di spagna tagliati in precedenza.

Metteteli sulla torta e se vedete che non ha assunto il colore tipico della mimosa aggiungete un colorante alimentare giallo da spruzzare sulla torta. 

Decorate infine, come più vi piace, la torta con le fragole rimaste da parte.

La torta mimosa alle fragole è dunque pronta per essere gustata!

Consigli

  • Se fate riposare la torta mimosa nel frigorifero, prima di servirla, sarà ancora più buona.
  • Potete conservare la torta in frigorifero dentro un porta torta con coperchio per un massimo di 3 giorni.
  • La curcuma è facoltativa, serve solo a dare un colore più intenso al pan di Spagna.
  • Potete tranquillamente preparare la crema il giorno prima e tenerla in frigo per il giorno dopo.

L'origine della Torta Mimosa alle Fragole

Diventata il dolce tipico della Giornata mondiale della Donna (8 marzo), la torta mimosa ha una storia relativamente breve alle spalle.

Prima di tutto partiamo dalla mimosa di per sé. Il fiore, la Mimosa, è stato scelto come simbolo di questa festa nata nel 1911 negli Stati Uniti e celebrata in Italia per la prima volta nel 1922.

La scelta della Mimosa avvenne nel 1946, quando Teresa Masi, dirigente dell’Unione Donne Italiane, scrisse a Pietro Longo, consigliando di scegliere un fiore povero, facile da trovare.

Oltre al fiore, alla giornata dedicata alle donne, non poteva mancare dedicargli anche un tipico dolce: si tratta, appunto, della torta mimosa.

La Torta chiamata appunto Mimosa nasce a Rieti negli anni ’50 per mano del cuoco Adelmo Renzi.

La mimosa, simbolo di questa festa, viene riprodotta quasi fedelmente con le briciole dell’impasto della torta e con la curcuma o con un colorante alimentare di colore giallo. Questi due elementi donano alla torta lo stesso colore giallo intenso del fiore.

La torta mimosa proseguì la sua esistenza in segreto fino al maggio del 1962, quando lo stesso Adelmo Renzi la portò a Sanremo per un concorso di pasticceria.

L’idea era omaggiare la città dei fiori e vincere la gara, come è poi veramente accaduto.

La ricetta originale utilizzata da Renzi non è mai stata rivelata.

La torta mimosa divenne, da quel momento, un dolce buonissimo della tradizione italiana, consumato anche in altre ricorrenze e festività, oltre alla festa della Donna.

5/5 (3 Recensioni)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Home